FavoriteLoadingAdd to favorites

Fine Anno

written by: Francesco Abate

@FrancescoAbate3

 

Era ieri che al cielo alzavo i miei sogni
e rapito li vedevo ascendere alle stelle;
guardo attonito adesso il mare nero
e sopra le carcasse fredde e senza vita
di quelli che furono uccelli di fuoco
e adesso giacciono come tizzoni spenti.

Il tempo è scappato via troppo veloce,
io sono pesante e ho dolore ai piedi;
il sapore della vita mi è stato negato,
ogni ora m’è stata strappata dalle mani
e ho morso la polvere tutto il tempo
sentendo solo il sapore nullo del niente.

Il tempo non goduto è tempo sprecato,
il giorno non vissuto è giorno bruciato
e un anno volato, ahimè, è un anno perduto.

Francesco Abate

Francesco Abate

I'm a writer and a poet, I published in 2015 the Italian novel "Il Prezzo della Vita"
Francesco Abate

Latest posts by Francesco Abate (see all)

Read previous post:
Race, poetry written by Kelli J Gavin at Spillwords.com
Race

Race written by: Kelli J Gavin @KelliJGavin   I want to race Race into a New Year Towards adventure Towards...

Close