Carmela at Spillwords.com

Carmela

Carmela

poesia erotica by: Maurizio Ricci

@MaurizioRicciOF

 

Controllami, oh Carmela!
Legami ai vasi in fiore
dipingimi sulla tela
donami il sorriso con un colore.
Dichiara questa sera
dimmi che m’ami, oh Carmela.

Sia fatta la mia volontà
come nel letto così sul petto,
dammi Dio la sua castità.
Perdona il mio sguardo,
Oh Carmela!

Mela che ti abbrevio mordendo
che ti divido colpendo
lo stomaco dopo mangiato.
Mela che diventa Carmela
quando pulisco il palato.

Rossetto, mi bacia appena
con la guancia tocco la schiena
piegata dalla lacrima nera
piegata dalla veste da sera
sfuma l’odore di Carmela.

Carmela, l’albero è di cera
il capello liscio e lungo
rosso come il cuor di cera
come la pancia che mordo
come un ricordo di cera.

Vera, la sua carnosa mano
che penso come un fiore,
che dipingo sulla tela.
Dono alla lacrima un colore.
Dichiaro questa notte
che ancora t’amo, oh Carmela!

Mela, che ti distruggo mordendo
che ti squarcio colpendo
il fegato dopo mangiato.
Mela che diventa Carmela
quando amaro è il palato.

Rossetto, macchia il pianto
con i denti intono un canto
“piegato dalla lacrima nera;
piegato dalla veste da sera”.
Ritorna l’odor, oh Carmela!

Sia fatta la sua volontà
come nel letto così sul petto,
dammi Dio la sua castità.
Perdona il mio sguardo,
Oh Carmela!

Carmela, l’albero è d’autunno
i rami lisci e lunghi
rossi come il cuor di cera.
Come la pancia che accarezzo
come il ricordo che spezzo.

Maurizio Ricci

Maurizio Ricci

Hola a todos, me llamo Maurizio, tengo 24 años y soy italiano.
Scrivo principalmente in italiano ma a volte mi diletto nel fantastico mondo della lingua spagnola.
Maurizio Ricci

Latest posts by Maurizio Ricci (see all)