• Rate this poem
Sending
User Review
5 (3 votes)
FavoriteLoadingAdd to favorites

A UN RAGAZZO DI OGGI

written by: Francesco Abate

@FrancescoAbate3

 

Hai alzato gli occhi dal telefono?

Posso parlarti?

Sei circondato dal bello
ma non riesci a vederlo,
intrappolato nella luce di uno schermo luminoso.
Hai venduto la tua anima
per essere un manichino
e potertene stare in mostra dentro una vetrina.
Il mondo emana profumi
che sfuggono al tuo naso
immerso nell’asettica dimensione del nulla.
Sembri nato per aspettare
ma la corsa va e continua
mentre resti incatenato nella prigione della mente.
Mi sono innamorato
ma tu non puoi capire:
sei solo un’immagine con impresse frasi vuote.
Io ora sto soffrendo
ma tu non puoi sapere:
sei solo una trappola per un vuoto apprezzamento.
Io qui sto vivendo
ma tu non sai cos’è:
ingannato dal sogno di essere una stella lucente
anneghi nell’oblio del nulla che sei.

Francesco Abate

Francesco Abate

I'm a writer and a poet, I published in 2015 the Italian novel "Il Prezzo della Vita"
Francesco Abate

Latest posts by Francesco Abate (see all)

Read previous post:
Fangs, micropoetry by Doug Donnan at Spillwords.com
Fangs

Fangs written by: Doug Donnan   A full moon, a winged bat, a lithe intruding shape Dead slits staring down...

Close